1996 Giugno 28-Giornale di Calabria-SCACCHI VIVENTI “Città di Catanzaro”

28 Giugno 1996 -Giornale di Calabria- Primo torneo vivente

In programma domani, organizzato dal Centro Studi Bruttium

Scacchi: primo torneo vivente

Il Centro Studi Bruttium, Associazione operante in Catanzaro, in collaborazione con il Comune di Catanzaro ‑ Assessorato al Turismo ed alle Attività Economiche, nell’ambito delle manifestazio­ni “Estate 1996” ha programma, per domani, 29 giugno, il primo “Torneo di scacchi vivente, Città di Catanzaro”.
Il torneo sarà animato dalle esibizioni di un gruppo di “sbandieratori” del Palio della città di Asti (manifestazione risalente al 1275)e del Centro di danza “Antigone” di Cropani.
La manifestazione osserverà il seguente programma: nella mattinata, sfilata degli sbandieratori lungo il Corso Mazzini della città, da Piazza Matteotti a Piazza L. Rossi (Prefettura); nel pomeriggio, con partenza ade ore 18, il corteo di tutti i partecipanti al torneo, dalla Piazza centrale del quartiere Lido, attraverso il lungomare, si porterà nella Chiesa Parrocchiale del Sacro Cuore, rispettando il seguente ordine: Gonfalone della Città di Catanzaro; gruppo di sbandieratori della Città di Asti; Gonfalone del Centro Studi Bruttium; tutti i figuranti del Torneo di Scacchi; i Re e le Regine; Capitano di Battaglia a cavallo con palafreniere; Cavalieri a cavallo. Nel piazzale antistante la Chiesa del Sacro Cuore il corteo avrà una breve sosta indi entrerà all’interno della chiesa per ricevere la benedizione da patte della autorità ecclesiastica.
Il corteo, poi, si porterà allo Stadio “Curto” dove, intorno alle ore 21 si svolgerà la vera e propria partita di scacchi che sarà giocata da due maestri all’uopo prescelti dalla Federazione Nazionale Scacchi per il tramite della Sezione Catanzarese del Circolo Unione. Prima e dopo la partita, il Centro Danza “Antigone” di Cropani, con la coreografia della rumena Silvia Surdu, eseguirà i saggi di musica classica e moderna.
Una volta occupato, da patte di tutti i figuranti, il proprio posto sulla scacchiera, su sollecitazione del Capitano di battaglia e previo annuncio sonoro delle chiarine, il sindaco facente funzioni darà ti via alla sfida.
Il pubblico potrà seguire la partita, oltre che dal vivo, anche su un maxi schermo allestito all’interno del campo. I vestiti dei figuranti, su una libera interpretazione rinascimentale, sono stati creati e realizzati per l’occasione dal sig. Giuseppe Tramontano di Sorrento.
L’ingresso allo stadio prevede un contributo simbolico il cui incasso sarà interamente devoluto all’acquisto, su segnalazione della dott.ssa Chiara Cantafio, rappresentante ufficiale della Associazione Multipla di Catanzaro, di attrezzature necessarie alle costituende sezioni catanzaresi dell’A.I.S.M. e del Gruppo Volontari “Help”.

Il Giornale di Calabria – venerdì 28 giugno 1996 – pag. 7

Precedente 2002 – 4fogli – anno I Nr. 02 Successivo 1996 Luglio 03-Il Quotidiano-Una partita di SCACCHI VIVENTI